Scroll to Top

La disfunzione erettile

La disfunzione erettile (o deficit erettile) è la incapacità o impossibilità a mantenere l’erezione per il tempo necessario al completamento di un rapporto sessuale.

Talvolta, la disfunzione erettile, è indicata come impotenza.

La disfunzione erettile non è una malattia, ma il sintomo che può dipendere da altre patologie. Queste possono essere di natura cardiaca, neurologica, dovute alla presenza del diabete o a disturbi metabolici o endocrini.

In questo caso parliamo di disfunzione erettile organica.

Organica perché dipende dall’organismo.

Oltre a cause di tipo organico spesso la disfunzione dipende da fattori psicologici:

  • Ansia,
  • Stress,
  • Difficoltà emotive o relazionali.

In assenza di cause organiche la soluzione del disturbo va ricercata in ambito psicologico.

La disfunzione erettile di tipo “occasionale“, cioè che si verifica sporadicamente, è in realtà poco frequente.


Per ricevere una consulenza online gratuita dall’Andrologo, vai al Test di Andrologia.

Domande Libere Andrologo

Bisogna poi distinguere tra deficit e altri problemi sessuali maschili.

Infatti non tutti i problemi sessuali maschili sono da imputare al deficit erettile.

Le altre patologie che necessitano l’inquadramento di uno specialista sono:

  • Eiaculazione precoce
  • Mancanza o ritardo di eiaculazione
  • Mancanza di libido

I sintomi classici che accompagnano la disfunzione erettile sono:

  • Difficoltà o impossibilità a raggiungere l’erezione
  • Impossibilità a mantenere l’erezione durante il rapporto
  • Perdita di interesse nel sesso (mancanza di libido)

Solitamente almeno 2 condizioni su 3 sono contemporaneamente presenti nel paziente. E, tali condizioni, perdurano da almeno 2 o 3 mesi.


Le cause che possono portane a problemi di disfunzione erettile sono:

  • Ipertensione
  • Diabete
  • Sovrappeso o obesità
  • Fumo
  • Alcool
  • Invecchiamento
  • Ansia
  • Stress

L’erezione avviene per incremento del flusso sanguigno nei corpi cavernosi del pene. Il flusso è favorito dal desiderio e/o da azioni meccaniche.

Qualunque causa, fisica o somatica, che limiti l’afflusso di sangue determina disfunzione o deficit erettile.

Anche l’età gioca un ruolo importante. Statisticamente soffrono di disfunzione:

  • Il 12.5% degli uomini sotto i 60 anni
  • Il 21% degli uomini di età compresa tra i 60 e i 70
  • Il 32% degli uomini con oltre 70 anni

Oltre all’età assume sempre maggiore importanza lo stile di vita. Non sono pochi i giovani sotto 40 anni che ricorrono allo specialista per episodi di disfunzione.

Tra questi la causa principale è il fumo (40%), seguita dallo stress e dal diabete.

Stress, diabete e fumo sono facce della stessa medaglia.

Lo stress comporta cattive abitudini alimentari, causa di alcuni tipi di diabete, ed è spesso associato al vizio del fumo.


In presenza di disfunzione erettile è necessario parlarne con il proprio curante il quale prescriverà una serie di analisi del sangue, tra cui:

  • Testosterone totale
  • PSA plasmatico
  • Glicemia
  • Profilo lipidico

Può anche essere prescritta, come esame di secondo livello, una Eco peniena per analizzare l’integrità vascolare del membro.

La terapia farmacologica, la cui assunzione deve necessariamente passare da visita specialistica, prevede i seguenti farmaci:

  • Tadalafil, un inibitore della  fosfodiesterasi di tipo 5, conosciuto con il nome commerciale di Cialis
  • Sildenafil, conosciuto con il nome commerciale di Viagra
  • Vardenafil, conosciuto con il nome commerciale di Levitra

Gli inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5 , PDE5i, agiscono sul flusso sanguigno cercando di migliorarlo a livello dei corpi cavernosi. Trattandosi di farmaci gli effetti collaterali potenziali possono essere anche seri.

Motivo per cui è sempre necessaria la prescrizione medica.

Oltre ai farmaci esistono integratori che, seguendo le indicazioni riportate, non danno luogo a effetti collaterali e la cui assunzione si è dimostrata efficacie a risolvere problematiche di deficit erettile.

Gli integratori possono agire sia sulle cause fisiche, migliorando l’afflusso di sangue, sia sul il desiderio, sia sulle cause legate all’ansia e allo stress.

Questi ultimi, di nuovissima generazione, si sono dimostrati particolarmente efficaci. Spesso infatti la componente ansiosa gioca un ruolo fondamentale.

Ne è un esempio l’ansia da prestazione: favorita dalla cultura dominante di dover essere sempre “all’altezza”.


Per ricevere una consulenza online gratuita dall’Andrologo, vai al Test di Andrologia.

Domande Libere Andrologo

disfunzione erettile