Il cedimento delle grandi labbra

L’apparato genitale femminile è costituito dagli organi genitali esterni (la vulva, le labbra, il clitoride e l’apertura della vagina) e dagli organi genitali interni (la vagina, l’utero, la cervice, ovaie e le tube di Falloppio).

In questo articolo ci occuperemo del cedimento delle grandi labbra un fenomeno che si manifesta in più del 50% delle donne.

La vulva, di cui le grandi labbra ne fanno parte, è rivestita da speciali cellule epiteliali, rendendola più simile alla pelle che alla vagina, con un apporto di sangue e di nervi ancora maggiore che in qualsiasi altra parte del corpo umano.

Le grandi labbra (labbra esterne) sono pieghe di solito carnose e coperte di peli pubici. Le piccole labbra (labbra interne) sono all’interno delle labbra esterne. Iniziano dal clitoride e finiscono sotto l’apertura della vagina. Le labbra possono essere corte o lunghe, rugose o lisce.

La struttura anatomica delle grandi labbra è simile a quella di altre aree del corpo, entrambe sono ricche di collagene e di elastina. La produzione di queste due proteine si riduce con il tempo determinando un fisiologico cedimento delle grandi labbra.

L’età non l’unico motivo scatenante di questo processo; possono intervenire altre cause che danneggiano i tessuti stirandoli a tal punto da non riprendersi. Questo stiramento si traduce nel cedimento delle grandi labbra e nella cosiddetta vagina “allentata” (nei casi più gravi e in particolari circostanze di verifica un prolasso vaginale per il quale come indicato nella pubblicazione della dott.ssa Christine Hemming è necessario un intervento più severo ed invasivo).

Quali sono le cause del cedimento delle grandi labbra

Il cedimento delle grandi labbra è riconducibile essenzialmente a 3 motivi:

  • Il parto vaginale può causare lo stiramento del tessuto connettivo della vagina e della vulva, labbra comprese; questo processo è accentuato quando il parto avviene in età piuttosto avanzata. Il tessuto vulvare e vaginale in questi casi potrebbe non recuperare mai la sua precedente elasticità e fermezza.
  • L’età e gli ormoni influenzano giocano un ruolo importante sull’aspetto della vulva e delle grandi labbra. Una minor produzione di ormoni (estrogeni e progesterone) legata anche alla menopausa determina una minor elasticità dei tessuti e un maggiore probabilità di cedimento delle grandi labbra.
  • La stessa costituzione fisica della donna e la debolezza del tessuto connettivo possono essere la cause un cedimento degli organi sessuali e delle grandi labbra.

Come riconoscere il cedimento delle grandi labbra

La dimensione normale delle grandi labbra in una donna adulta è di 7/8 cm di lunghezza per 2/3 cm di larghezza e di 2 cm di spessore. Quando interviene un cedimento delle grandi labbra queste tendono ad abbassarsi, perdono tono, volume, appaiono flaccide, prive di elasticità e perdono il fascino giovanile.

Quando si verifica il cedimento delle grandi labbra spesso sorgono anche altre problematiche che sono riconducibili a:

  • inestetismi che creano disagio e imbarazzo;
  • dolorabilità durante i rapporti sessuali e quando si indossano vestiti stretti. Ciò è dovuto ad un continuo sfregamento delle labbra che può possono infiammarsi facilmente.

I rimedi per il cedimento delle grandi labbra

Per alcune donne, i cambiamenti nelle grandi labbra sono considerati naturali e come tali accettati. Tuttavia in altre donne questo cambiamento intimo provoca disagio e imbarazzo.

In tutti questi casi si può intervenire con procedure semplici ed efficaci per ripristinare una naturale e sana proporzione delle grandi labbra eliminando l’inestetismo dovuto al cedimento.

Queste tecniche possono essere personalizzate a seconda della situazione della paziente e della correzione richiesta, fino ad abbinare trattamenti aggiuntivi, come la vaginoplastica per ottenere i migliori risultati.

Rimodellamento delle grandi labbra.

Il cedimento delle grandi labbra può determinare due scenari: possono apparire troppo piccole oppure eccessivamente sviluppate e cadenti. Quest’ultima condizione innesca anche una serie di problematiche legate ai rapporti sessuali e agli indumenti troppo stretti.

Quando il cedimento delle grandi labbra ha determinato una situazione di labbra avvizzite e svuotate si interviene esteticamente aumentando la loro dimensione utilizzando diversi approcci.

Lipofilling delle grandi labbra:

l’intervento (in anestesia locale) consiste nel prelevare del tessuto adiposo da altre parti del corpo (glutei, addome, cosce etc) purificarlo attraverso centrifugazione e innestarlo attraverso sottilissime cannule nell’area delle grandi labbra

A seconda dell’entità del tessuto adiposo innestato può permanere un gonfiore per 2-7 giorni successivi all’intervento, a seguito del quale si ha un riassorbimento del 30% del volume.

Fillers:

consiste nella inoculazione di acido ialuronico. Questa procedura può essere fastidiosa anche se dura pochi secondi. A questo scopo normalmente si procede raffreddando la zona per renderla meno sensibile e applicando pomate anestetiche. Tuttavia per trattare il cedimento delle grandi labbra il lipofilling è preferibile in quanto i risultati ottenuti sono definitivi a differenza del fillers.

cedimento grandi labbra

Radiofrequenza per il cedimento delle grandi labbra.

E’ un intervento non invasivo che permette di riscaldare i tessuti delle labbra e della vulva in profondità attraverso onde elettromagnetiche ad altissima frequenza. Il trattamento facilita la produzione di nuovo collagene, migliora la circolazione sanguigna che a cascata determina un’aumentata idratazione vaginale.
La produzione di nuovo collagene si concretizza in più sedute. Questo tipologia di trattamento è relativamente nuova e viene utilizzata per ridurre i sintomi dell’invecchiamento, migliorare l’elasticità dei tessuti e combattere il cedimento delle grandi labbra.
Il trattamento è assolutamente indolore, non è necessaria di alcuna convalescenza, non prevede alcuna interruzione della vita sessuale.

Labioplastica delle grandi labbra.

labioplastica

Il cedimento delle grandi labbra può determinare una condizione di ipertrofia delle stesse. Quando si verifica questa situazione possono sorgere problematiche irritative dovute all’attrito con gli indumenti intimi oltre che di disagio.
In questi casi non si procede con la lipoaspirazione poiché il tessuto ha perso la normale elasticità e il risultato dell’intervento peggiorerebbe l’aspetto estetico. Pertanto si esegue un intervento chirurgico di riduzione che si esegue asportando due strisce di cute (per ogni labbra) e sottocute attigue alla piega inguinale. In questo modo le cicatrici non saranno visibili. L’intervento deve essere eseguito da un chirurgo esperto per evitare di togliere troppo materiale e creare un’eccessiva apertura delle grandi labbra.

Cosa comporta un intervento di labioplastica
L’intervento chirurgico può essere eseguito in anestesia locale o generale, si tratta di accorciare o rimodellare le labbra vaginali. Il tessuto indesiderato viene tagliato via con un bisturi o un laser. Il bordo libero può essere cucito con punti sottili.

La durata dell’intervento può arrivare a 2 ore. Generalmente il giorno stesso si può tornare a casa.

Recupero
Potrebbero essere necessarie fino a 2 settimane di tempo per recuperare. Possono essere necessari un paio di mesi perché la pelle guarisca completamente.

Durante questo periodo è necessario

  • mantenere l’area pulita per evitare possibili infezioni;
  • indossare biancheria e vestiti larghi per evitare lo sfregamento;
  • evitare il sesso per circa 6 settimane;
  • evitare l’attività fisica per 6-12 settimane;
  • usare assorbenti igienici invece di tamponi le prime settimane settimane.

Effetti collaterali
È normale dopo una labiaplastica avere dolore, lividi e gonfiore per un massimo di 2 settimane.
Durante questo periodo, la minzione può essere dolorosa così come stare sedute. Normalmente sono prescritti degli antidolorifici.

  • Possibili complicanze
  • sanguinamento;
  • infezioni;
  • cicatrici visibili;
  • ridotta sensibilità dei genitali.
  • Oltre i rischi legati ad un intervento chirurgico.

Autore:
Dott. Diego Riva
Specialista in Ginecologia e Ostetricia, Urologia

Hai bisogno di un ginecologo online? Compila il form qui sotto e otterrai, via email, un consulto anonimo e gratuito

Quiz Ginecologia
Autorizzo il trattamento dei dati personali DL 101/2018 e successivi
Vuoi ricevere informazioni su prodotti per la cura delle infiammazioni vaginali?
Si ricorda che in nessun caso, visto la natura del servizio, il servizio può essere inteso come sostitutivo di una visita medica e del parere del proprio curante/specialista. Si ricorda che in caso di disturbi/malattia/sintomi gravi è necessario ed indispensabile ricorrere all’intervento medico nel più breve tempo possibile utilizzando, anche, la numerazione nazionale telefonica di emergenza oppure recandosi direttamente in PS. I tempi di risposta (via email) dipendono dal nr. di domande ricevute.