Come calmare l’ansia in modo naturale

Come calmare l’ansia in modo naturale: le strategie più accreditate

Calmare l’ansia in modo naturale è importante quando l’ansia diventa patologica compromettendo seriamente la qualità della vita della persona.

1) Rilassamento muscolare progressivo

rilassamento muscolare progressivoQuesta strategia è utilizzata nei centri di cura per il trattamento dei disturbi d’ansia. Costituisce uno dei principali strumenti utilizzati dagli psicologi e dagli psicoterapeuti per calmare l’ansia in modo naturale.

E’ particolarmente efficacie. Riduce la tensione muscolare e lo stress, abbassando il livello di ansia.

Ascolta l’audio ed esegui gli esercizi di rilassamento muscolare.

2) Controllo della respirazione

controllo delle respirazione Imparare a respirare riduce l’ansia. Una persona ansiosa respira molto velocemente, incamerando troppo ossigeno. Nel nostro corpo esiste un giusto rapporto tra il livello di ossigeno ed anidride carbonica. Se respiriamo velocemente alteriamo questo rapporto e il nostro organismo non riesce ad assumere altro ossigeno. Da qui nasce la sensazione di mancanza d’aria e senso di soffocamento che si avvertono durante le crisi d’aria. Non confondere l’ansia con problemi cariaci. Impara a respirare, ascolta l’audio.

3) Migliora la qualità del sonno

migliorare la qualità del sonno Ormai la letteratura scientifica è unanime nel affermare che esiste una stretta correlazione tra disturbi del sonno e ansia.

Puoi migliorare la qualità del sonno utilizzando sonniferi naturali potenti acquistabili senza ricetta medica e seguendo tecniche per addormentarti velocemente e strategie per migliorare la qualità del sonno.

 

4) Mindfulness e il focus sul presente

L’ansia spesso nasce dalla sbagliata percezione del nostro futuro. Gli animali, non hanno percezione del futuro, vivono nel presente, possono avvertire un pericolo ma non soffrono di ansia. La mindfulness ti aiuta a focalizzarti sul presente, distogliendoti da tutti i pensieri che possono generare ansia. Ascolta questa lezione di meditazione studiata appositamente per gestire l’ansia

5) Relazioni sociali positive

Il rispetto reciproco, la fiducia, il supporto, il divertimento reciproco e la comunicazione costruttiva sono le caratteristiche che una relazione deve avere per fornire un tangibile contributo nel ridurre i livelli di ansia.

Le relazioni “tossiche” sono la benzina per alimentare i disturbi d’ansia.

6) Cura l’alimentazione

Evita l’assunzione di bevande eccitanti o caffè. Non solo ma i cibi pesanti possono causare rigurgito esofageo e gonfiare lo stomaco. La dilatazione dello stomaco comprime il diaframma che a sua volta esercita una pressione sul cuore. Questo stato può creare delle pulsazioni e / o tachicardia. La tachicardia scatena attacchi d’ansia.

7) Fai sport

Lo sport in generale elimina lo stress e il corpo aumenta la produzione di dopamina, alleata per calmare l’ansia. Ma quali sport sono preferibili? I migliori sport per abbassare l’ansia sono quelli di gruppo, di squadra. Corsa, basket, pallavolo. Anche una semplice camminata con amici. Mentre merita una menzione particolare lo yoga: ugualmente valido sia se praticato in gruppo che da soli.

8) Ansiolitici naturali

Gli ansiolitici naturali sono un ottimo rimedio per calmare l’ansia in modo naturale. I migliori sono quelli a base di CBD, Valeriana e Passiflora. Generalmente sono quasi privi di effetti collaterali. Le maggiori attenzioni devono essere prestate se si svolgono lavori potenzialmente pericolosi o se si guida. Qui puoi trovare i migliori ansiolitici naturali.

9) Condivisione delle paure

Spesso chi soffre d’ansia sa di non essere compreso e questa indifferenza non fa che aumentare il livello d’ansia. Condividere le proprie paure con amici con una grande empatia serve a:

1)  ridurre l’impatto emotivo delle situazioni che generano ansia;

2) essere capito, accettato senza essere giudicato;

3) ricevere supporto,  consigli e sviluppare una maggiore consapevolezza di sè, passaggio indispensabile per affrontare l’ansia.

10) Evita l’isolamento

L’isolamento rafforza l’ansia e le paure. La mancanza di relazioni sociali, di amicizie  danneggia il benessere psicologico e impedisce di ridurre lo stress. L’assenza di stimoli esterni portano a rimuginare continuamente sui pensieri negativi. L’isolamento non permette di distrarci dai pensieri negativi, vivendo continuamente in un ambiente “tossico”.

ricerche di google.

Chiedi gratis allo Psicologo

Altri argomenti correlati:

Tutto sull’ansia: cos’è, le cause,  la diagnosi e il trattamento.

Tutti i consigli migliori per calmare l’ansia.

Come combattere l’ansia secondo la ricerca scientifica.

Valuta il tuo livello d’ansia: Test ansia.

Perchè viene l’ansia?

Come guarire dall’ansia.

Ansia e depressione? Esegui il test ansia stress depressione.

Compila il form qui sotto per un consulto anonimo e gratuito

Quiz Ansia
Autorizzo il trattamento dei dati personali DL 101/2018 e successivi *

Si ricorda che in nessun caso, visto la natura del servizio, questo può essere inteso come sostitutivo di una visita medica e del parere del proprio curante/specialista.

Si ricorda inoltre che in caso di disturbi/malattia/sintomi gravi è necessario ed indispensabile ricorrere all’intervento medico nel più breve tempo possibile utilizzando la numerazione nazionale telefonica di emergenza oppure recandosi direttamente in PS.

I tempi di risposta (via email) dipendono dal nr. di domande ricevute.