Scroll to Top
Dieta Nutrizionista Proctologo Uncategorized

La dieta per la cura delle emorroidi

LA DIETA PER LA CURA DELLE EMORROIDI

    1. Cosa sono
    2. Le cause
    3. La dieta per le emorroidi

 


Per ricevere una consulenza online gratuita dal nostro Endocrinologo – Nutrizionista, vai al Test Alimentare Test Alimentare


1) Cosa sono:

Le emorroidi sono normalmente presenti nel canale anale, quando però sono gonfie o infiammate diventano molto dolorose.

Sono dilatazioni dei plessi venosi situati nell’ultimo tratto del retto e dell’ano. Nel parlare comune si parla di “emorroidi” riferendosi alla patologia emmoroidale, allo stato doloroso.

Possono essere esterne o interne.

Se sono interne non sono visibili e sono palpapibili sono con un’esplorazione rettale, le emorroidi esterne sono invece visibili dall’esterno, sono di colore rossastro o blu in caso di coagulo. Sono morbide al tatto, dure invece nel caso ci sia un coagulo.

Le emorroidi esterne sono causate dal prolasso della mucosa del retto, e nel fuoriuscire dall’ano, diventano dolorose.
Circa il 10% della popolazione soffre di emorroidi con una maggiore predisposizione della popolazione maschile occidentale e sopra i 50 anni. Anche le donne ne soffrono, spesso in gravidanza a causa della minore attività fisica, dell’aumento di peso e della stitichezza che spesso colpisce la donna incinta.

Si tratta di un disturbo che può diventare molto doloroso e causare non solo imbarazzo ma anche irritabilità, causata appunto dal dolore costante.

Spesso, per imbarazzo si evita di parlare di emorroidi con il proprio medico rimandando così le cure. Le cure per le emorroidi ci sono e sono spesso risolutive se associate alla correzione di quei comportamenti che ne hanno determinato la comparsa.
Il dolore causato dalle emorroidi è dovuto al mal funzionamento delle pareti venose nell’ultimo tratto del retto.

Le vene si dilatano per un fisiologico aumento della pressione nella parte finale del corpo. La dilatazione delle vene porta a un rallentamento della circolazione sanguigna che è l’anticamera dei coaguli.

Il dolore dell’emorroidi non è provocato dall’ano ma dalla trombosi della vena, la trombosi, ossia l’ostruzione di quella vena, fa sì che le emorroidi si gonfino causando dolore.
In ospedale, in presenza di un grande dolore, si pratica una procedura d’urgenza che consiste nell’incisione di questi coaguli provocando la fuoriuscita del coagulo.
Le emorroidi – la patologia emorroidale – si presentano con diversi gradi: dalle interne alle esterne non respingibili nell’ano a quelle esterne con perdita di muco.
Il dolore iniziale può essere un semplice fastidio durante la defecazione, un senso di peso, e bruciore persistente. Spesso c’è perdita di sangue. Il colore del sangue deve essere rosso chiaro in quanto non coagulato proveniente dall’ultimo tratto dell’intestino.

2) Le cause delle emorroidi sono molteplici:

scarso esercizio fisico, sforzi intensi effettuati da seduti, stitichezza, diarrea, ma anche tosse cronica e invecchiamento della persona con conseguente invecchiamento delle mucose e rilassamento del pavimento pelvico.

3) La dieta per le emorroidi

La dieta per le emorroidi prevede l’assunzione regolare e equilibrata di fibre e abbondanti liquidi così da garantire la morbidezza delle feci, un transito regolare e un’evacuazione non difficoltosa.

Le fibre raccomandate nella dieta per la cura delle emorroidi devono essere fibre solubili, assunte per lo più attraverso gli alimenti. Nel caso non sia sufficiente lìapporto con l’alimentazione si può ricorrere agli integratori di fibre solubili venduti in commercio.

Un altro consiglio molto importante è quello di assumere microorganismi probiotici e molecole prebiotiche, questo per migliorare la salute della mucosa intestinale.

Anche questi integratori sono facilmente reperibili in commercio.

Nella dieta per la cura delle emorroidi è altresì importante assumere la giusta dose di proteine e grassi (circa il 25% dedieta giornaliera). I grassi infatti svolgono un’azione emolliente sulle feci migliorando l’evacuazione.

La dieta per la cura delle emorroidi deve prevenire l’infiammazione e quindi la vasodilatazione dei vasi anali.

Tutto ciò che è piccante va evitato.

Bisogna abolire dall’alimentazione:

peperoncino, pepe, zenzero, rafano, wasabi, aglio, cipolla. Vanno aboliti anche te fermentati, caffè, bevande alcoliche, cioccolato e cacao. Lassativi osmotici come lattulosio e sorbitolo sono dannosi così come quelli irritanti.

La dieta per la cura delle emorroidi è finalizzata ad aumentare il volume delle feci e migliorare la consistenza. Molti studi evidenziano che feci dure e di piccole dimensioni e il conseguente sforzo per eliminarle provochi una progressivo restringimento e indurimento dello sfintere peggiorando la circolazione sanguigna della zona.

Ecco quindi un elenco di cibi consigliati:

fibre solubili accompagnate dall’assunzione di molti liquidi (circa 2 lt di acqua al giorno). Frutta fresca (in particolare mirtillo, melone, limone e ananas che è un forte antiinfiammatorio) frutta cotta, avena, brodo di carne, carni bianche cotte a vapore, olio d’oliva, yogurth (molto importante per la flora batterica intestinale), tisane o tintura madre di tarassaco.

Ci sono molti preparati erborisitici infatti che possono aiutare nella fase acuta della patologia. Una dieta per la cura delle emorroidi deve prevedere l’assunzione di ippocastano, centella asiatica, ribes nero, mirtillo nero. Questi vanno assunti in forma di “ estratti secchi”, ossia capsule reperibili in commercio. La dose è sempre indicata sulla confezione.
La cura locale è di tipo analgesico e antinfiammatorio. Su base oleosa sfrutta le proprietà antiinfiammatorie emollienti dell’ippocastano, del cipresso, dell’amamelide e olio di fegato di squalo.
Alcuni sport non sono adatti alle persone che soffrono di emorroidi. Fra questi l’equitazione, il ciclismo e la corsa. Una tranquilla e prolungata camminata è molto più salutare. Così come il nuoto.
La cura ospedaliera è riservata solo alle situazione più gravi e croniche. Quasi sempre la patologia emorroidale si cura (e si previene) con dieta per le emorroidi,

 


Per ricevere una consulenza online gratuita dal nostro Endocrinologo – Nutrizionista, vai al Test Alimentare Test Alimentare


la dieta per la cura delle emorroidi

la dieta per la cura delle emorroidi

Like it? Share it!