Scroll to Top
Ansia

Disturbi di ansia generalizzata

Disturbi di ansia generalizzata

Cosa è:

I pazienti che soffrono di disturbi di ansia generalizzata (DAG) sono immersi in uno stato di preoccupazione costante ed eccessiva che si estende a tutti gli aspetti della vita quotidiana. Ad esempio  possono temere il verificarsi di un evento in anticipo, anche di diverse settimane.

Le persone che hanno questo disturbo sono in uno stato di perenne allarme e tensione che abbraccia la salute, la famiglia, il lavoro ed ogni altro aspetto della vita sociale. La caratteristica principale è quella provare un livello di angoscia sproporzionato e ingiustificato rispetto agli eventi reali.

Bisogna distinguere i disturbi di ansia generalizzata da un’ansia occasionale. Infatti è normale attraversare nel corso della dei periodi in cui si è sottoposti a forti stress. Generalmente questi periodi sono limitati nel tempo e sono di lieve entità.

Si parla di disturbo di ansia generalizzata quando lo stato di preoccupazione è continuo, sproporzionato e ingiustificato.


Per ricevere una consulenza online gratuita dal nostro Psicoterapeuta – Psicologo, vai al Test dello stato Ansioso.

Test Ansia

Per maggiori informazioni sull’ansia vedi

Ansia
  • Una componente famigliare. Se si ha alle spalle una storia di ansia nei genitori è facile che si ripeta nei figli.
  • Un eccessivo uso di sostanze eccitanti possono peggiorare l’ansia esistente.
  • Eventi stressanti prolungati sul piano lavorativo, familiare, scolastico o sociale.
  • Eventi traumatici che determinano l’evitamento.

Quali sono i sintomi del disturbo di ansia generalizzata?

  • Essere sempre nervosi, irrequieti e ansiosi.
  • Percepire costantemente un senso di pericolo imminente, panico o di rovina.
  • Tachicardia, battito irregolare.
  • Respirazione rapida (iperventilazione) con conseguente sensazione di mancanza d’aria.
  • Sudorazione incontrollata anche in ambienti freddi.
  • Tremito, fascicolazioni, muscoli in fibrillazione.
  • Sensazione di debolezza o stanchezza continue che si protraggono per tutta la giornata.
  • Difficoltà di concentrazione: risulta difficile pensare a qualcosa di diverso dalla preoccupazione che ci tiene occupati tutto il giorno.
  • Insonnia, difficoltà a prendere sonno anche se si è molto stanchi.
  • Problemi gastrointestinali: rigurgito, acidità, stitichezza o diarrea.
  • Difficoltà nella gestione dei pensieri negativi. Si è allarmati molto tempo prima che si verifichino i fatti che ci angosciano.
  • Desiderare di evitare gli eventi che ci procurano ansia (Evitamento).
  • Cefalee e dolore cervicale dovuto alla contrazione involontaria dei muscoli posteriori del collo.
  • Irritabilità, scatti di rabbia senza una giustificazione, reazioni sproporzionate alla situazione.
  • Difficoltà nel controllo delle emozioni.
  • Vertigini, giramenti di testa, perdita di equilibrio.
  • Mancanza di forze nelle gambe.

Come sono diagnosticati i disturbi di ansia generalizzata.

Normalmente è un medico (il medico di base se adeguatamente preparato a riconoscere i sintomi) o uno psichiatra / psicologo a seguito di un colloquio e normalmente di un test.

Al paziente sono prescritti una serie di esami clinici per escludere che siano presenti patologie che possono manifestarsi con alcuni sintomi comuni nell’ansia.

Al fine di escludere che siano problemi di:

  • Tiroide.
  • Menopausa.
  • Reflusso esofageo, i succhi gastrici possono infiammare la parte alta dello stomaco e dell’esofago. Questa infiammazione determina tachicardia e ansia.
  • Malattie cardiache.
  • Abuso di alcool e uso di sostanze stupefacenti.

Se tutti questi esami hanno esito negativo, probabilmente si è di fronte ad un disturbo di ansia generalizzata soprattutto se i sintomi durano da più di 2 mesi e si manifestano per diverse ore nel corso della giornata.

Rimedi naturali per i disturbi di ansia generalizzata

Una dieta equilibrata è senza dubbio un buon punto di partenza e se integrata con i nutrienti specifici può essere la svolta per alleviare i sintomi dell’ansia. Le analisi del sangue possono rilevare eventuali carenze vitaminiche e si procede un piano di reintegrazione. Per le tecniche di gestione dell’ansia puoi leggere questo articolo.

  • Vitamina A. Normalmente le persone che soffrono di ansia hanno una mancanza di vitamina A. La vitamina A è un antiossidante che aiuta a gestire i sintomi dell’ansia. Modalità d’uso: la dose media di integratori è di circa 10.000 unità internazionali (UI), una volta al giorno.
  • Complesso B. Gli integratori del complesso B sono vitali per un sistema nervoso sano. Possono anche aiutare a migliorare i sintomi dell’ansia e della depressione. I dosaggi variano da 300 mg a quasi 500 mg al giorno.
  • Vitamina C. E’ un antiossidante naturale e può aiutare a prevenire il danno ossidativo nel sistema nervoso. Il danno ossidativo aumenta l’ansia. I dosaggi variano da 500 a 1000 mg al giorno.
  • Vitamina D. E’ un nutriente importante che aiuta l’organismo ad assorbire altre vitamine. In una dieta equilibrata è fondamentale. La dose è di 1500 UI al giorno
  • Vitamina E. E’ un altro ossidante che il corpo impiega nei momenti di stress, reintegrarlo è molto importante per mantenere l’equilibrio dell’organismo. La dose è di 400 UI al giorno.
  • Olio di pesce. Sono gli omega-3, acidi grassi antiossidanti. E’ dimostrato che questi acidi riducono l’ansia. La dose è di 2 gr. di EPA, ALA e DHA combinati al giorno.
  • L-teanina. E’ un amminoacido che si trova nel tè verde e che uno studio del 2015 ha dimostrato di aver effetti ansiolitici e calmanti, la dose media e di 200 mg al giorno.
  • 5-HTP. 5-idrossitriptofano (5-HTP) è un neurotrasmettitore. È un precursore della serotonina. Questo è il “neurotrasmettitore della felicità” nel cervello umano. Tuttavia, questi, sono più efficaci solo se usati in alcune terapie e su consiglio del medico. La dose consigliata varia da 50 a 200 mg al giorno.

Integratori a base di erbe

Gli integratori a base di erbe sono tipicamente in forma di tintura, estratto, tè o capsule.

  • Camomilla. È ampiamente dimostrato e accettato come la Matricaria Chamomilla sia un rimedio naturale per i sintomi dell’ansia. La dose media di integratori può variare da 350 a 500 mg suddivisa in più volte al giorno.
  • Kava kava. (Piper methysticum) è una pianta proveniente dalle isole del Pacifico. È un tonico calmante tradizionale. Uno studio del 2016 ha scoperto che coinvolge i recettori GABA che gestiscono i sintomi dell’ansia. Aumenta la possibilità dell’organismo di gestire in modo naturale l’ansia. 250 mg al giorno. Non si deve superare le 4 settimane di utilizzo continuativo.
  • Lavanda. La lavanda (Lavandula officinalis) è conosciuta dall’antichità come un rimedio lenitivo contro lo stress. Ha leggeri effetti sedativi sul sistema nervoso centrale che possono anche aiutare chi soffre di ansia e depressione. La dose media di integratori è di circa 400 mg.
  • Passiflora. E’ un valido rimedio contro l’ansia, in uno studio del 2017 è stato dimostrato che è altrettanto efficace quanto alcuni dei più usati farmaci in commercio per sedare i sintomi ansiosi. La dose giornaliera è di circa 500 mg al giorno.
  • Valeriana. La valeriana è spesso utilizzata per problemi di insonnia, tuttavia recentemente è stato dimostrato che ha anche effetti positivi sui sintomi dell’ansia. Si consiglia una dose di 500 mg al giorno.

Come sono trattati i disturbi di ansia generalizzata.

Solo un professionista può aiutare una persona che soffre di ansia. La terapia cognitivo comportamentale, che puoi approfondire qui, ha dimostrato negli di ottenere ottimi risultati con un tasso di guarigione di quasi il 90%.

La terapia mira essenzialmente a riformulare i nostri pensieri perché non siano più disfunzionali, cioè sbagliati e che diventano generatori di ansia. Si interviene rendendoli “funzionali” cioè utili per un modo di vivere sano e capace di gestire naturalmente lo stress. Si insegna a valutare oggettivamente le situazioni e gli eventi, futuri e passati.

Allo stesso tempo il paziente imparerà la tecnica del rilassamento muscolare progressivo, che puoi leggere qui.

Farmaci:

Ansiolitici: Buspirone (es Buspimen, Buspar).

Benzodiazepine: Diazepam (es. Micropam, Ansiolin, Valium, Alprazolam).

Antidepressivi : amitriptilina, l’imipramina, la clomipramina, la nortriptilina, la desipramina l’amoxapina e la sertralina.

Antstaminici Idrossizina (es. Atarax).

Tutti i farmaci per la cura dei disturbi di ansia generalizzata devono necessariamente essere presi dietro prescrizione medica.  Questi farmaci possono essere potenzialmente pericolosi, creando dipendenza e tolleranza.

 


Per ricevere una consulenza online gratuita dal nostro Psicoterapeuta – Psicologo, vai al Test dello stato Ansioso.

Test Ansia

Per maggiori informazioni sull’ansia vedi

Ansia

disturbi di ansia generalizzata

Like it? Share it!